11.jpg12.jpg13.jpg14.jpg15.jpg16.jpg17.jpg18.jpg19.jpg20.jpg21.jpg22.jpg23.jpg24.jpg25.jpg26.jpg

Italiano


NAVIGAMI
           
Sono venuta per amarti           
con itinerario blindato           
e inquietezza nella gola.       
Ostinazione di decifrare le tue lenzuola   
ed esiliare il tuo regno di praticità.   
Piantare aurore           
e nello stesso godere           
salvare i residui suicide.           
Dorso nudo, sono la tua acqua.   
Navigami!

FOIA-  25°  Premio Internazionale di Poesia

Desidero il tuo desiderio
il fuoco delle tue mani che mi circondano
ed il vasto sortilegio delle tue parti
che fino oggi, mi resistono.
Voglio
la carne ogni volta più fiacca
in uno stesso viaggio
corpo lento, accarezzando
e penetrando per completo
tutto
quello che mi possa comprendere.
Ho bisogno dello stesso grido
che occupa la mia stanza
i fluidi spagliati
forzando
un’apertura qualsiasi.
Ho bisogno della tua  furia
che di me si impossessa
e crea riti
liberando tutta l’angoscia
che abita
nella mia febbre di donna.
Ti sentire cosi
il desiderio ammalando
un impolso di aprirmi
e dire
che amo tutto in te:
tuo profumo, tuo succo
e dello stesso modo
questa tua maniera
di lottare contro la mia aspettativa,
affilando il mio corpo
che influenzia le tue dita
generando magia.
Ti voglio dentro
mistificato all’imprevisto
opprimendo
il delirio soffocato per il dolore.
La parte di dentro del petto
proponendo
desiderio e volontà.
Desidero
ti voglio
un’altra volta
di più...

 
Copyright © 2009 Solange Maria Soccol. Todos os direitos reservados.
Proibido copiar ou reproduzir este material sem autorização.
Criação: Uniserra.Com